Switch to English

Yuli

Yuli è vivace, intuitiva, energica, affidabile e una yogini curiosa che porta la passione per la vita e per il benessere nel suo insegnamento. Il suo stile prende spunto da svariate discipline yogiche ed è al contempo intuitivo e pervaso dai principi dello yoga tradizionale. Prima di diventare un'insegnante di yoga, Yuli era una presentatrice in TV e radio, una cantante ed una ballerina riconosciuta in Bielorussia, il suo paese d'origine. In quei momenti si è accorta di sentire un grosso peso proveniente dall'esterno e dalle maschere che era costretta ad indossare. Ha realizzato che, nonostante la fama, non si sentiva felice. Yuli è rimasta comunque attratta dal movimento e per questo ha continuato a studiare danza ed a praticare esercizio fisico come il Pilates. Le sue classi si concentrano sull'idea dell'osservazione, una meditazione in movimento. Yuli vede la scienza e la spiritualità dello Yoga come una via per esplorare il sé più profondo ed elevare la coscienza.

Con cosa fai colazione la mattina?

Poiché insegno al mattino, inizio la giornata con una tazza di tè verde che mia madre mi ha portato dalla Bielorussia con granuli speziati istantaneamente solubili che comprendono estratti di 14 piante medicinali. Poi prendo qualcosa di dolce, magari un toast di mais con crema di anacardi o un croissant.

Cosa scriveresti su un billboard nel centro della tua città?

SO HAM HAM SA "Io sono Quello (la verità assoluta/la realtà ultima/il Sé superiore/la coscienza suprema o cosmica/Brahman/Dio), Quello sono".

Hai dei rituali che ti aiutano a sentirti più sicura di te stessa?

Meditare. Scuotere il corpo e ballare!

Cosa ti viene in mente se pensi alla parola successo?

Disciplina.

Se fossi invitata a parlare a una conferenza e non dovessi parlare del tuo lavoro, di cosa parleresti?

Della luna e del cerchio di donne o della medicina delle piante.

C'è qualcosa in cui credi che le altre persone trovano folle?

La guarigione con la medicina quantistica (ad esempio Innerdance, KAP).

Quale caratteristica umana ti conquista maggiormente?

La consapevolezza di sé, la compassione, l'apertura mentale.

Tre persone, che inviteresti a cena se ne avessi la possibilità e come mai.

Mio padre, perché non ho mai avuto la possibilità di farlo prima che morisse. Nils Frahm, perché voglio condividere il modo in cui la sua musica ha cambiato la mia vita. Allan Watts, perché mi piacerebbe conversare con lui.

Tendi a scegliere il coraggio o la comodità?

Il coraggio.

Se potessi cambiare lavoro per un giorno, cosa diventeresti?

Tassista.

Hai dei podcast preferiti? Quali mi suggerisci?

Mi piace ascoltare Allan Watts al mattino e poi anche ASMR per dormire la sera. Recentemente ho iniziato ad ascoltare i podcast di Tara Branch e la meditazione.

Descrivi la tua pratica in tre parole.

Pranayama. Asana. Meditazione.

BIG SMALL TALKS

La tua uniforme di tutti i giorni: Pantaloni larghi e canottiera.
Fiori preferiti: Lilies of the Valley.
Il tuo comfort food: Zuppa.
La tua rivista preferita: Non ne ho una perché gli anni scorsi non le leggevo, ma se ne comprassi una adesso sarebbe di viaggi o di arte/fotografia/bellezza.
Il libro del tuo cuore: The Untethered Soul: The Journey Beyond Yourself di Michael A. Singer.
Il tuo artista preferito: RY X, Roisin Murphy.
La tua città del cuore: Barcellona!